"Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consunte le membra e le ossa dei miei. Ricordo la Sicilia, e il ricordo viene dal dolore che mi travaglia. Ma se fui bandito da un paradiso come posso io darne informazioni"

domenica 19 aprile 2009

C'è solo una strada

Un servizio perfetto quello di Enrico Lucci alle Iene, venerdi. Un aspetto su cui nessuno si era soffermato.

Un finale con la canzone di Gaber che più ho cantato, lungo la strada.



P.s. Dovrò scrivere prima un poi un post su quanto sia brutto e vecchio il sito di Mediaset.

2 commenti:

Emanuele ha detto...

Bravissimo Enrico Lucci. In realtà pensavo da giorni a quel senso di solidarietà che si prova quando si è compartecipi di una difficoltà, però nessun giornalista fin ora si era premurato di farlo venir fuori. Erano rimasti tutti fermi al classico "come lo vede il futuro? E' ottimista?" per non parlar delle polemiche.
Grandissimo, te lo rubo immediatamente.
Ciao,
EmanuelePS: il sito Mediaset è orrendo perché tendono a far rimanere tutto li dentro, inespugnabile... alla faccia del web 2.0! ;-)

Paolo Borrello ha detto...

Enrico Lucci, concordo anche io, è molto bravo e non credo che troverebbe spazio nelle televisioni pubbliche, pubbliche si fa per dire...
Ciao

Shinystat