"Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consunte le membra e le ossa dei miei. Ricordo la Sicilia, e il ricordo viene dal dolore che mi travaglia. Ma se fui bandito da un paradiso come posso io darne informazioni"

giovedì 21 febbraio 2008

Solo il tempo

49 Anni.
Non complotti, killer, agenti Cia, embarghi, anatemi hanno potuto allontanarlo da Cuba. 638 tentativi di attentati non riusciti, alcuni dei quali con sigari esplosivi e tute da sub infettate di funghi. E adesso ad arrestarlo è arrivato il tempo, l'unico nemico con cui non potrà combattere. L'unico nemico invincibile.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Nemmeno il tempo né la magistratura………
Oltre 60 anni di onorato servizio, alla ribalta dal 1944 nel consiglio nazionale della Democrazia Cristiana quando la CIA neanche esisteva e Fidel imparava a far di conto al collegio dei gesuiti di Belén, nel 1946 nella “Costituente”, nel 1948 alla camera, dal 1991 al senato; scampato per prescrizione al processo che lo vedeva implicato per “associazione per delinquere”, condannato a 24 anni di reclusione per l’omicidio Pecorelli con sentenza d’appello annullata senza rinvio alla Corte di cassazione, amico intimo di Sindona e P2ista eccellente. Implicato in tutto e mai rimosso da nulla.
E’ Cosa Nostra, e non ha ancora abdicato! È il nostro uomo d’onore, il nostro nemico invincibile.
E allora: W Cuba e lunga vita a Fidel!!!

Shinystat