"Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consunte le membra e le ossa dei miei. Ricordo la Sicilia, e il ricordo viene dal dolore che mi travaglia. Ma se fui bandito da un paradiso come posso io darne informazioni"

martedì 18 gennaio 2011

Sulla rupe di vetro

C'è da sentirsi parecchio frustati a sentirsi i "migliori" e a non poterlo dimostrare, ora come non mai.
Li vedo così, seduti al bordo della strada, con il loro Mac sulle gambe (perché quello è una sorta di diktat) guardare la melma scorrere sotto i propri piedi e, con una mano sulla testa, non trovare le parole per l'ennesimo editoriale indignato, o per post infuocato (perché ci si può credere appartenente a questo club anche scrivendo sul proprio bloggettino), capace di smuovere quella massa inerme di 'gnoranti insensibili a tutta quell'intelligenza riversata su una pagina bianca.
Ce n'è da sentirsi impotenti, a prova di Viagra per una vita intera, a vedere quel "popolo bue" guardare in massa Barbara D'Urso, votare per l'ennesima nomination di un qualsivoglia reality, e soprattutto votare lui, nonostante tutto, da quindici anni a questa parte.
Ad avere la certezza che, semmai si scoprisse sempre lui dietro, per dire, l'omicidio di Sarah Scazzi, si finirebbe per giustificare anche questo, in nome di una soglia d'indignazione oramai bassissima, incapace di smuovere chiunque, tranne loro.
Eppure, hanno chiaro che la logica dietro la quale si cela il proprio lineare ragionamento non può avere spazio quando si desiderano soltanto poche idee, magari anche confuse, per essere ascoltati ed aver consenso.
Sanno benissimo che sin dall'inizio del loro spiegare qualcuno comincerà a sbadigliare, qualcuno cambierà canale, fin quando ad ascoltarli non rimarranno che i soliti cinque mila (o cinque milioni,a sentire Severgnini).
E per questo li immagino disperarsi non trovando soluzione, o lasciano il campo buttando il pallone tra le erbacce, trovando rifugio nella propria altezzosità incompresa sentendosi, intimamente, senza mai rivelarlo a nessuno, molto meno intelligenti di quanto pensassero. Ed assolutamente stupidi rispetto a quelli che una strategia l'hanno avuta sempre chiara e per questo continuano ad averla vinta.

Nessun commento:

Shinystat