"Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consunte le membra e le ossa dei miei. Ricordo la Sicilia, e il ricordo viene dal dolore che mi travaglia. Ma se fui bandito da un paradiso come posso io darne informazioni"

mercoledì 4 marzo 2009

In ruolo culturale di Internet

Puntualmente Internet è vista in Italia come ricettacolo delle peggiori nefandezze, o almeno cosi viene venduta la sua immagine guardando, come mi capita di rado, nei Tg.
Di fatto, guardando le ultime statistiche, l'Italia si trova agli ultimi posti nel suo utilizzo, ed anzi, stranamente, nell'ultimo anno sono addirittura calati gli utenti.
Su questo blog ho espresso spesso le mie opinioni sul ruolo possibile della rete.
Baricco nei giorni scorsi ha acceso una polemica sull'inutilità dei fondi pubblici nella cultura, per cosi dire di nicchia, e sulla necessità di spostare tali fondi laddove sono le masse, cioè nella scuola e in televisione. Dimenticando totalmente il ruolo che ha già in altri paesi, ed in parte anche qui, la rete.
Tutto questo, per invitarvi a leggere questa riflessione di Massimo Mantellini.

2 commenti:

darmix ha detto...

stranamente, nessuno si prende la briga di leggere le statistiche dell'Istat, evidentemente per mancanza di tempo. E si che è anche linkata.

Rispetto al 2007, la quota degli utenti sia del personal computer sia di Internet aumenta di oltre tre (3) punti percentuali tornando a crescere in modo significativo dopo due anni di stagnazione.

Se hai tempo poi leggila, invece di riportare le scioccheze che scrive la stampa generalista. I blog esistono anche per questo.

Da una conterranea, credo :-)

Mauro Caruso ha detto...

Cara Darmix,
non ho avuto tempo ancora per rispondere al tuo commento. Credo di non essermi sbagliato nel citare la ricerca, ma spero di avere tempo per riportare le fonti domani, ,a non mi sembra di fare molto riferimento alla stampa generalista nel mio blog, anzi mi pare di aver visto quanto ad autorevoli blogger.
I dati che ho appena ritrovato velocemente (sono appena tornato da un week end a Palermo) sono questi:

Diffusione del personal computer nelle famiglie italiane

Centro e Nord: 52%

Sud: 44,9%

Diffusione di Internet

Centro e Nord: 45%

Sud: 35%

Diffusione della banda larga

Centro e Nord: 30%

Sud: 21%

[Fonte dati: Istat]


Non ho trovato il confronto con i valori di un paio di anni fa, ma comunque la crescita è per me fin troppo lenta, soprattutto contando il fatto che ancora oggi sono troppo pochi quelli che utilizzano internet per informarsi e non per il semplice cazzeggio. Anche perchè la banda larga raggiunge appena il 51%, dimostrando un digital divide di cui bisognerebbe occuparsi anche troppo velocemente, educando tutti noi ad un utilizzo della rete migliore, invece di assistere alla continua demonizzazione da parte della tv e di parte della stampa.
Con gratitudine per la tua precisazione, che non può che migliorare i miei errori,
Ciao Mauro

Shinystat