"Io anelo alla mia terra, nella cui polvere si sono consunte le membra e le ossa dei miei. Ricordo la Sicilia, e il ricordo viene dal dolore che mi travaglia. Ma se fui bandito da un paradiso come posso io darne informazioni"

giovedì 9 ottobre 2008

So di non valer nulla

Torno un pò stanco a casa in questi giorni.
Ancora non ho ingranato totalmente, il training continua, ma ciò che faccio mi sta interessando come mai niente da quando ho cominciato a lavorare. La voglia di scappare "al suono della campanella" non esiste più, e ciò mi sembra una gran cosa. Era insomma quello che cercavo, anche se è presto per poterlo dire.
Mi chiedo cosa vadano cercando invece questi qui. Non si deve avere molta stima di se stessi lavorando grazie a parentele eccellenti. Cercando di portare a casa lo stipendio grazie all'amicizia millantata. Evidentemente, ben conscio delle tue capacità, cerchi di arrivare al massimo con il minimo sforzo, e questo lo posso ben capire. Sai di non valere nulla, per cui, cerchi altre vie.
Ma quale stima si può avere elemosinando per ciò che non spetta. mi dico. Forse sono ragionamenti di un altro pianeta ma lo scopo cercato qual'è?
Sarà che la vedo in tutt'altra maniera, ma la vita non dovrebbe essere l'occasione per misurarsi, per comprendere i propri limiti cercando di migliorarli?
Io, fino a qualche mese fa, mi sentivo perduto nell'impossibilità di vedere la via di fuga da una situazione che non mi appagava. Questi qui no, perchè? Perchè vivono sonni tranquilli comunque?
Sarà un dubbio che mai lascero evadere, credo.

Nessun commento:

Shinystat